Una rete scientifica moderna

La rete scientifica di INSTM è stata disegnata seguendo una logica ben precisa: tenere conto delle politiche di finanziamento delle principali agenzie pubbliche nazionali e internazionali che indicano specifici settori di indagine nelle loro azioni per lo sviluppo della ricerca scientifica. Proprio per soddisfare questa esigenza primaria, sono state individuate quattro macro aree di indagine (Sezioni Tematiche) conformi alle tematiche che, in particolare, la Commissione Europea ha deciso di sostenere con finanziamenti mirati alla ricerca pura ed alla ricerca integrata con il mondo industriale. Queste sono: Meccanica avanzata, costruzioni, trasporti; Energia e ambiente; Sistemi per l’elaborazione, la trasmissione e l’immagazzinamento delle informazioni; Salute ed alimentazione.
Il lavoro del Consiglio Scientifico e della rete scientifica INSTM è integrato con quello di due commissioni ad hoc che ne arricchiscono le competenze e le affinano attraverso una rete di strumenti e di conoscenze avanzate unica: la commissione sul Calcolo scientifico e tecnologico e quella che si occupa di Tutela del patrimonio culturale.
Le quattro aree tematiche e le due commissioni ad hoc si presentano come principali interlocutori rispetto al mondo esterno, sia esso scientifico, politico o industriale. Grazie alla loro stretta correlazione, INSTM è in grado di creare rapidamente validi network di ricerca “verticali”, mirati ad affrontare un argomento di R&D multidisciplinare nella sua interezza, rendendo il Consorzio estremamente competitivo nello spazio europeo della ricerca e a livello regionale e di committenza industriale, per la possibilità di offrire un panorama di competenze, metodologie e strumentazioni generalmente non reperibile a livello locale.

© 2013 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali