Laboratori e infrastrutture collegati a INSTM

Significativo è il contributo dato da INSTM alle grandi installazioni nazionali ed internazionali (neutroni e luce di sincrotrone) in particolare con la partecipazione alla stesura del progetto FERMI@ELETTRA (Free Electron laser per Ricerche Multidisciplinari Internazionali ad Elettra) finalizzato alla messa in funzione, presso Elettra, di un laser ad elettroni liberi che potrà aprire nuove importanti attività di ricerca per la Chimica e Scienza dei Materiali.
Significativa è la collaborazione con con la Sincrotrone Trieste S.C.p.A. per favorire l'utilizzo della luce di sincrotrone e delle sorgenti FEL presso Elettra da parte della comunità chimica che si occupa di Scienza dei Materiali.
La possibilità di inserire un laboratorio di ricerca del Consorzio in un consolidato contesto di elevato valore scientifico, unitamente alle numerose interazioni scientifiche ed alla presenza nel sito di attrezzature scientifiche di primissimo piano, rendono il Progetto di estremo interesse e nel contempo di notevole rilievo e versatilità.
Nell'ambito delle collaborazioni bilaterali, in particolare con il Giappone, il Consorzio, a partire dal 2004, ha sostenuto il progetto di Laboratorio congiunto Italia-Giappone "Research Institute for Nanoscience" (RIN) in collaborazione con il Ceramic Physics Laboratory (CPL) del Kyoto Institute of Technology (KIT) e l'Istituto di Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici (ISTEC) del CNR, grazie anche al cofinanziamento del Ministero degli Affari Esteri. Il Laboratorio è rivolto allo studio di biomateriali ceramici e ceramici strutturali per la valutazione degli stati tensionali residui tramite misure Raman e SEM/elettroluminescenza.

© 2013 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali