Bando per progetti strategici ENI CBC Mediterranean Sea Basin Programme 2014-2020

È stato pubblicato il bando per progetti strategici ENI CBC Mediterranean Sea Basin Programme 2014-2020, il programma di cooperazione transfrontaliera che riguarda le regioni che si affacciano sul Mediterraneo e si occupa di promuovere uno sviluppo economico, sociale e territoriale giusto, equo e sostenibile, favorevole all'integrazione transfrontaliera e che valorizzi i territori e i valori dei paesi partecipanti.

In l’Italia le “Core Eligible Regions” sono Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, mentre le “Adjoining Regions” sono Abruzzo, Emilia Romagna, Marche, Molise, Piemonte, Umbria.

I progetti strategici hanno lo scopo di promuovere innovazioni rilevanti per le politiche, nonché effetti di lunga durata e di vasta portata. Devono garantire un focus approfondito sui bisogni emergenti identificati e contribuire alle politiche europee e nazionali nella regione.

Il bando ha un budget complessivo di 68 milioni di euro e riguarda le seguenti priorità:

  • A.1.1. Sostegno alle start-up innovative e alle imprese di recente istituzione, con focus sull’imprenditorialità giovanile e femminile, agevolando la protezione dei diritti di proprietà intellettuale e di commercializzazione (6,7 milioni di euro)
  • A.1.2. Rafforzamento e sostegno a reti, cluster, consorzi e catene del valore euro-mediterranei, in settori tradizionali e non (6,7 milioni di euro)
  • A.2.1. Sostegno al trasferimento tecnologico e alla commercializzazione dei risultati di ricerca, rafforzando il collegamento tra ricerca, industria e attori del settore privato (15,2 milioni di euro)
  • A.3.1. Misure per dotare i giovani, in particolare i NEET, e le donne di qualifiche ricercate sul mercato (12,1 milioni di euro)
  • B.4.1. Sostegno a soluzioni tecnologiche e innovative per aumentare l’efficienza idrica e incoraggiare l’uso di fonti di approvvigionamento idrico non convenzionali (9,1 milioni di euro)
  • B.4.2. Riduzione della produzione di rifiuti urbani e promozione della raccolta differenziata e dello sfruttamento ottimale delle sue componenti organiche (9,1 milioni di euro)
  • B.4.3. Sostegno a una riabilitazione energetica efficiente e innovativa appropriata per tipologia di edificio e zona climatica, con focus sugli edifici pubblici (9,1 milioni di euro)

Una proposta progettuale avrà una durata compresa tra i 24 e i 30 mesi e può riguardare una sola delle priorità indicate. Ciascun soggetto partecipante non può essere capofila/coordinatore di più progetti all’interno della stessa priorità. Nel ruolo di partner non ci sono limitazioni.

I partenariati devono coinvolgere attori chiave pubblici e privati, in grado di determinare cambiamenti nei settori oggetto delle misure. Il partenariato minimo richiesto è di 4 soggetti ammissibili di almeno 2 diversi Paesi UE e 2 MED.

I progetti non possono avere un valore complessivo superiore a 4 milioni. Il contributo comunitario può coprire fino al 90% dei costi ammissibili di progetto per un ammontare compreso indicativamente fra 2,5 e 3,5 milioni di euro. Il restante 10% potrà essere coperto, per gli Enti pubblici, da un fondo di dotazione del Ministero dello Sviluppo Economico.

Gli afferenti interessati a partecipare sotto l’egida INSTM sono pregati di contattare direzione@instm.it fornendo un breve abstract e una descrizione del partenariato entro e non oltre il 10 giugno 2019.

Scadenza: 3 luglio 2019.

Download: Call for proposals; Guidelines for Applicants; Terms of Reference.

© 2013-2019 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali