Strategia IT Bioeconomia: aperta fino al 23 dicembre la consultazione pubblica

Fino al 23 dicembre 2016 sarà possibile partecipare alla consultazione pubblica sull'adozione di una Strategia italiana per la Bioeconomia. Lo scopo è permettere ai cittadini e alle parti interessate, pubbliche e private, di conoscerne i contenuti e di formulare osservazioni e suggerimenti, anche in termini di elementi nuovi ed aggiuntivi.

Promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Strategia sulla Bioeconomia fa parte del processo attuativo della Strategia nazionale di Specializzazione Intelligente, ed in particolare delle sue aree tematiche “Salute, Alimentazione e Qualità della Vita” e “Industria intelligente e sostenibile, energia e ambiente”, ed è in sinergia con la Strategia italiana per lo sviluppo sostenibile ed i suoi principi per assicurare la sostenibilità ambientale e la riconciliazione della crescita economica.

Le priorità sono:

  • Passare dai “settori” ai “sistemi”
  • Creare “valore a partire dalla biodiversità locale e dalla circolarità”
  • Passare dall’ “economia” all’ “economia sostenibile”
  • Passare dall’ “idea” alla “realtà”
  • Promuovere la Bioeconomia nell’area del Mediterraneo

L’obiettivo è aumentare l’attuale produzione della bioeconomia italiana (circa 250 miliardi di euro/anno) ed
il livello di occupazione (circa 1,7 milioni) del 20% entro il 2030.

Sono coinvolti nella definizione e nell'attuazione della Strategia il Ministero per lo Sviluppo Economico, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, la Conferenza delle Regioni italiane, l’Agenzia per la Coesione Territoriale e i Cluster tecnologici nazionali della chimica verde (SPRING)
e del settore agro-alimentare(CLAN).

Link: www.agenziacoesione.gov.it

© 2013 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali