Solar-driven chemistry: una visione per una produzione chimica sostenibile

La Federazione Europea delle Società di Chimica (EuCheMS), cui partecipano anche la Società Chimica Italiana e la Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG), ha pubblicato recentemente un "White Paper" intitolato "Solar-driven chemistry: a vision for a sustainable chemical production".

Si tratta di un documento programmatico in cui è presentata una nuova visione di chimica sostenibile di tipo distribuito, con basse emissioni di gas ad effetto serra e un ridotto impatto ambientale. Il concetto di "solar" è quindi da intendersi latu senso, come utilizzo di fonti energetiche rinnovabili alternative a quelle da combustibili fossili (spese per generare energia). Per realizzare questo cambiamento, però, è necessario una profonda metamorfosi delle tecnologie, dei processi e dei materiali attuali.

Questa visione del futuro della chimica, che sarà portata all'attenzione della Comunità e del Parlamento Europeo e che vuole diventare una flagship per la chimica, interessa in maniera trasversale molte delle aree di ricerca in cui il Consorzio INSTM è attualmente impegnato. Per questa ragione, vari membri del Consorzio quali Nicola Armaroli (Unità di Ricerca Bologna) e Gabriele Centi (Unità di Ricerca di Messina) hanno partecipato alla redazione del documento e dei workshop di preparazione.

Scarica il White Paper.

© 2013 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali