Commissione Europea: 164 milioni di euro per innovazioni pertinenti al Coronavirus

La Commissione Europea invita startup e PMI a proporre tecnologie e innovazioni che possano aiutare a trattare, testare, monitorare tutti gli aspetti dell'epidemia di Coronavirus.

Devono essere proposte concrete da presentare al prossimo round di finanziamenti del Consiglio europeo per l'innovazione.

La scadenza per le domande all'acceleratore EIC è fissata per le ore 17:00 di mercoledì 18 marzo (ora di Bruxelles).

Il budget messo a disposizione è di 164 milioni di euro, non ci sono priorità tematiche predefinite e i candidati con innovazioni pertinenti al Coronavirus saranno valutati allo stesso modo degli altri candidati. La Commissione cercherà, comunque, di accelerare la concessione di sovvenzioni EIC e finanziamenti misti (che combinano sovvenzioni e investimenti azionari) alle innovazioni pertinenti del Coronavirus, nonché di facilitare l'accesso ad altri finanziamenti e fonti di investimento.
La Commissione si limita ad auspicare un coinvolgimento da parte di PMI e start up che possano generare soluzioni riguardanti l'emergenza Covid-19, che devono partecipare nella forma di mono proponente (non in partenariato).

Per maggiori informazioni: https://ec.europa.eu/info

Per ricevere aggiornamenti e infomative è possibile registrarsi al database APRE (Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea): www.apre.it/registrazione

© 2013-2020 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali