Al via il progetto RENDERING. Produrrà composti green riutilizzando i fanghi di depurazione

RENDERING, ossia Recupero Energetico dei fanghi di Depurazione e loro Riutilizzo, in alternativa ad alcune risorse naturali, per la produzione di compositi “Green”. È il titolo del progetto cofinanziato nell’ambito del bando del Ministero dell’Ambiente per lo sviluppo di tecnologie di recupero, riciclaggio e trattamento di rifiuti non rientranti nelle categorie già servite dai consorzi di filiera, per l’ecodesign dei prodotti e per la corretta gestione dei relativi rifiuti.

Presentato dall’Università di Brescia, in partnership con INSTM (il responsabile scientifico per il Consorzio è il prof. Ivano Vassura, UdR INSTM di Bologna), il Centro Servizi Multisettoriale e Tecnologico (CSMT), Regione Lombardia, è sostenuto da stakeholder come A2A, Legambiente Brescia, Acque Bresciane SRL e Atelier Europeo.

Il punto di partenza dell’attività di ricerca di RENDERING sono i risultati eccellenti ottenuti dai due progetti europei (COSMOS e COSMOS-RICE) recentemente conclusi sulla stabilizzazione delle ceneri leggere che derivano dai processi di termovalorizzazione dei rifiuti solidi urbani.

Lo scopo di RENDERING è duplice: da una parte, aprire nuove vie per lo smaltimento di rifiuti non riciclabili, dall’altro, utilizzare i prodotti derivati dal trattamento di questi scarti per la produzione di nuovi eco-materiali. In particolare, si tratta di ceneri leggere ottenute per co-combustione di rifiuti solidi urbani con la parte non reimpiegabile in agricoltura dei fanghi di trattamento biologico delle acque reflue. Una volta recuperate e stabilizzate, in virtù delle loro peculiari caratteristiche chimico-fisiche, le polveri potranno essere riutilizzate come materia prima per la realizzazione di prodotti ecologici e sostenibili da impiegare in vari settori come, ad esempio, nell’edilizia.

© 2013-2018 - Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali